COMUNICATO FIT-CISL LOMBARDIA

COMUNICATO FIT-CISL LOMBARDIA

Comunicato FIT-CISL LOMBARDIA: IL FUTURO DEL TAXI

Cosa sta succedendo al servizio taxi? In pochi mesi,  un contesto tutto sommato tranquillo, con davanti la  stagione promettente dell’Expo e del rilancio di Milano come metropoli d’Europa, si è trasformato nello  scenario surreale di Istituzioni balbettanti e di una categoria allo sbando come poche volte nella sua storia, in preda a paure e problemi che  sembrano spegnere  in tanti ogni speranza di futuro.

L’aggressione dell’ abusivismo  –  le forme nuove di concorrenza –  l’impatto delle nuove  tecnologie sul  sistema di mobilità urbana,  hanno  trovato una Categoria   impreparata e confusa:

manifestazioni e blocchi –  conflitti, tavoli e  promesse con la Regione, il Sindaco, il Prefetto –   mobilitazione di consulenti e  avvocati –    caccia aperta a nemici veri o presunti – consulti e gemellaggi di solidarietà, come nelle grandi calamità, con  le città di mezza Europa –  sollecitazioni  legislative urgenti su Roma e  improbabili proposte di riforme  fai- da- te ovunque –   appelli alla Corte di Giustizia Europea…

 Eppure, in questa strana stagione, noi  vediamo per il TAXI  un’occasione di futuro come la categoria non l’ha mai conosciuta.  Ma è di quelle occasioni che  passano solo una volta.

Come ridare futuro ad una  categoria, disorientata da questa inconsueta aggressività dell’ abusivismo e della  concorrenza, oltre  che ostaggio di paure e di piccoli interessi ?

solo facendo ciascuno la sua parte

(Regione, Comune e  Categoria, insieme)

 con l’ intelligenza aperta e il coraggio di cambiare

 

 

Print Friendly, PDF & Email
admin

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie, anche da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie di terze parti (Google, Facebook, ecc..) per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continua ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicca su "Accetta" e permetti il loro utilizzo. Per visualizzare la privacy policy sull'utilizzo dei cookies premi qui

Chiudi