FAQ

ISCRIZIONE AL RUOLO

CORSO PROFESSIONALE PER L’ISCRIZIONE AL RUOLO CONDUCENTI

LA LICENZA TAXI

IL SERVIZIO TAXI

UTENTI DI TAXI

DOCUMENTAZIONE VETTURA

AREA C

ISCRIZIONE AL RUOLO
Dove si sostiene l’esame per l’iscrizione al ruolo provinciale dei conducenti di autopubbliche ?
L’esame per l’iscrizione al Ruolo Provinciale dei conducenti di autopubbliche si tiene in Provincia.
Le modalità complete sono descritte nel documento che si trova seguendo il seguente collegamento: modalità per l’esame 
L’iscrizione al ruolo ha una scadenza ?
Una volta superato l’esame per l’iscrizione al Ruolo conducenti, si dovrà pagare un bollettino per la definitiva iscrizione nel registro. Dopo questa formalità si resta iscritti al Ruolo a tempo indeterminato.
L’unico motivo per cui si viene cancellati dal registro è la perdita dei requisiti, che viene (sarebbe meglio dire dovrebbe essere) verificata ogni cinque anni.
Il Ruolo Conducenti autopubbliche è valido anche in altre province o regioni ?
Il Ruolo è provinciale e quindi abilita all’intestazione della licenza all’interno della Provincia in cui viene conseguito.
L’iscrizione al ruolo conducenti è uguale per TAXI e N.C.C. ?
Il Ruolo di conducenti autopubbliche è lo stesso per chi svolge attività di taxi e di noleggio con conducente. Anche l’esame è lo stesso.
TORNA SU
CORSO PROFESSIONALE ISCRIZIONE AL RUOLO
Quali sono i requisiti minimi per partecipare al corso ?
Per frequentare il corso basta avere la patente ed essersi assicurati di avere i requisiti minimi (o intenzione di acquisirli) per poter esercitare l’attività di tassista o noleggiatore.
Quanto costa l’iscrizione al corso ?
L’iscrizione ha un costo di € 350,00 (comprensivo di iva e con rilascio di regolare fattura). Il corrispettivo pagato dà diritto alla frequenza delle lezioni per la durata di un anno solare, alla consegna del materiale didattico e ad un giro di pratica su taxi con un istruttore (al raggiungimento di almeno 20 presenze). Pagando la quota di iscrizione si diventa automaticamente socio di categoria speciale (art. 7 dello Statuto) del Centro Servizi, con lo scopo di frequentare il corso, acquisire l’iscrizione al ruolo, diventare titolare di licenza ed eventualmente (ma senza vincoli) diventare socio a pieno titolo.
Quale materiale serve per frequentare il corso ? Dove si può acquistare ?
Il materiale necessario per frequentare il corso e per studiare viene consegnato, dietro presentazione della fattura emessa all’atto dell’iscrizione, dall’insegnante presente alla prima lezione che si intende seguire.
Come/dove/quando ci si iscrive al corso?
Per poter emettere la fattura e completare l’iscrizione al corso si devono fornire le proprie generalità, fare fotocopiare (gratuitamente) presso gli uffici del Centro Servizi la Fontana un documento di identità, la patente, il codice fiscale e, se già si possiede, il Certificato di Abilitazione Professionale (CAP). Gli uffici per iscriversi al corso sono in Piazza G. Perego, 9 a Milano, aperti, dal lunedì al venerdì, con orario continuato dalle ore 9,00 alle ore 17,00. L’indirizzo è anche quello dello svolgimento delle lezioni (lunedì, mercoledì e giovedì dalle ore 20,00).
Come si svolgono le lezioni?
Le lezioni si svolgono a cicli continui. Si può iniziare quindi a frequentare in qualsiasi momento ed essere sicuri di seguire tutto il programma. Gli insegnanti tengono anche un registro delle domande rivolte ad ogni singolo partecipante in modo da seguirlo in modo accurato. Le lezioni si tengono nei giorni di lunedì, mercoledì e giovedì ed hanno una durata di circa due ore.
Quanto dura il corso ?
La durata minima del corso varia da 40 a 60 giorni, coincidenti con il tempo tecnico di accoglimento della domanda per sostenere l’esame alla Provincia. In ogni caso se non ci si sente pronti per sostenere l’esame, si può rimandare a quello successivo, non oltre l’anno solare dalla data di iscrizione.
Dopo quanto tempo si può sostenere l’esame?
Le sessioni di esami si svolgono a distanza di circa 40 giorni l’una dall’altra. L’accoglimento della domanda per sostenere l’esame può avvenire in un tempo che varia dai 40 ai 60 giorni, dopodiché si può sostenere l’esame.
Bisogna associarsi al Centro Servizi per poter frequentare il corso?
Per frequentare il corso bisogna essere soci di categoria speciale (art. 7 dello Statuto). Con l’iscrizione si diventa automaticamente soci di categoria speciale, con lo scopo di seguire le lezioni e poi, una volta conseguita l’iscrizione al ruolo e l’intestazione di una licenza, diventare soci effettivi del Centro Servizi.
Per frequentare le lezioni è necessario aver conseguito il Certificato di Abilitazione Professionale (CAP)?
No. Il CAP è necessario per presentare domanda in provincia e sostenere l’esame. Per frequentare il corso non serve averlo già conseguito.
Con il corso si consegue anche il Certificato di Abilitazione Professionale (CAP)?
No. Il CAP si può ottenere presso una scuola guida abilitata o da privatista sostenendo un apposito esame.
TORNA SU
Quali sono i requisiti minimi per poter essere intestatari di licenza?
Il Regolamento Comunale, stabilisce agli artt.9 e 10 i requisiti minimi per diventare titolare di licenza del Comune di Milano. Di seguito ne riportiamo il testo:
“[…]
ART. 9 – Requisiti per l’assegnazione delle licenze di esercizio taxi
Le licenze sono assegnate mediante concorso ai singoli in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso:
a) età non superiore ai 55 anni;
b)cittadinanza italiana ovvero di altro Stato dell’Unione Europea, nel qual caso l’interessato dovrà dimostrare di possedere una adeguata conoscenza della lingua italiana;
c)non avere riportato una o più condanne definitive a pene detentive complessivamente superiore ai due anni per delitti non colposi, salvo non sia intervenuta amnistia o riabilitazione;
d) essere iscritto nel ruolo dei conducenti di cui all’art. 6 della Legge 15.1.1992 n. 21 presso la C.C.I.A. di Milano;
e)residenza nel Comune di Milano o in altro Comune della Provincia ovvero in un Comune dell’area comprensoriale, qualora determinata a norma di legge, o in un Comune non distante oltre 50 Km. da Milano;
f)  non essere stato titolare in passato di licenza taxi ovvero di autorizzazione per il servizio di autonoleggio da rimessa con conducente a mezzo autovettura;
g)non essere titolare contemporaneamente di altra autorizzazione o concessione amministrativa e, comunque, non svolgimento con carattere di continuità e professionalità di altra attività.
ART. 10 – Condizioni per la trasferibilità della licenza di esercizio taxi
La licenza per l’esercizio del servizio taxi pur essere trasferita, su richiesta del titolare, ad altro soggetto dallo stesso designato, quando il titolare stesso si trovi in una delle seguenti condizioni:
a) sia titolare della licenza da cinque anni;
b) abbia raggiunto il 60esimo anno di età;
c) sia divenuto permanentemente inabile o inidoneo al servizio per malattia, infortunio o per ritiro definitivo della patente di guida.
Il soggetto designato pur acquisire la titolarità della licenza alle seguenti condizioni:
a) possesso dei requisiti di cui alle lettere b), c), d), e), g) dell’art. 9;
b) non essere stato, nel quinquennio precedente, titolare di licenza di esercizio taxi ovvero di autorizzazione per il servizio di autonoleggio da rimessa con conducente a mezzo autovettura.
[…]”
Si può svolgere un altro lavoro mentre si è intestatari di licenza taxi?
Al momento del trasferimento della licenza bisogna essere disoccupati e non essere titolari o prestatori di opera di società di qualsiasi genere.
Chi può essere intestatario di licenza taxi?
La licenza può essere intestata esclusivamente ad una singola persona.
TORNA SU
IL SERVIZIO TAXI
Come si svolgono i turni di servizio?
I turni di servizio sono assegnati dall’Ufficio Autopubbliche di Via Messina, 53 a Milano, su richiesta dell’interessato. Il turno può essere modificato dopo almeno 5 giorni dalla precedente assegnazione. Il Regolamento prevede 11 turni di 10 ore, che iniziano in corrispondenza di ogni ora del giorno e due turni discontinui (con una pausa). Il seguente collegamento porta ad una tabella completa dei turni del comune di Milano e di altri comuni. (tabella turni)
Come funziona il “FUORI SERVIZIO”?
Il taxi che non è in turno (oltre le dieci ore dal numero contrassegnato sul cartoncino del turno esposto anteriormente e posteriormente alla vettura) deve sovrapporre al numero del turno il cartoncino indicante la scritta “FUORI SERVIZIO”. In queste condizioni la vettura è equiparata ad una vettura privata e non può occupare gli spazi riservati alle vetture pubbliche (posteggi, corsie preferenziali,ecc.). Il fuori servizio entra in vigore anche se si deve lasciare momentaneamente la vetture per sbrigare pratiche personali o altro che comunque implichi una sospensione temporanea del servizio.
Come si effettua la collaborazione familiare?
La collaborazione familiare è regolamentata dall’art.15 del Regolamento Comunale
Come si effettua l’abbinamento?
L’abbinamento è regolamentato dall’art.20 del Regolamento Comunale
Esistono dei contributi per l’acquisto di taxi cosiddetti “ecologici”?
Gli eventuali contributi per l’acquisto o la trasformazione delle vetture taxi possono essere erogati dalla Regione Lombardia, dalla Provincia e dal Comune di Milano dopo l’emissione di un bando annuale. In genere i contributi sono cumulabili con quelli statali. Per le regole dell’assegnazione però bisogna attenersi a quanto pubblicato sui Bollettini Ufficiali della Regione Lombardia, dalla Provincia e dal Comune di Milano di volta in volta.
TORNA SU
UTENTI di TAXI
Quali sono le tariffe in vigore?
Le tariffe in vigore nel Comune di Milano sono riepilogate nel tariffario che deve essere esposto in vista su tutte le vetture.
Come funziona il “FUORI SERVIZIO”?
Il taxi che non è in turno (oltre le dieci ore dal numero contrassegnato sul cartoncino del turno esposto anteriormente e posteriormente alla vettura) deve sovrapporre al numero del turno il cartoncino indicante la scritta “FUORI SERVIZIO”. In queste condizioni la vettura è equiparata ad una vettura privata e non può occupare gli spazi riservati alle vetture pubbliche (posteggi, corsie preferenziali,ecc.). Il fuori servizio entra in vigore anche se si deve lasciare momentaneamente la vetture per sbrigare pratiche personali o altro che comunque implichi una sospensione temporanea del servizio.
Si può scegliere la vettura?
L’utente del servizio è comunque libero di scegliere il veiocolo indipendentemente dalla posizione del veicolo stesso nel posteggio, fatte salve le diverse normative vigenti nell’ambito delle aree aeroportuali e ferreoviarie, sempre che a parità di offerta la scelta non sia discriminatoria tra gli operatori presenti. In ambito aeroportuale e ferroviario è facoltà degli utenti scegliere l’autovettura nel rispetto dell’ordine della fila qualora:a) i richiedenti siano in numero superiore a quello dei posti offerti;b) il volume del carico dei bagagli sia superiore alla capacità del taxi disponibile;c) i richiedenti intendano corrispondere l’importo della corsa a mezzo di carta di credito o bancomat;d) sia richiesto il trasporto di animali non compatiblie con la possibilità di carico del taxi disponibile.
A chi ci si deve rivolgere per chiamare  o prenotare un taxi?
Per chiamare un taxi si hanno più possibilità:
1- ci si può recare o chiamare il numero di telefono del posteggio taxi più vicino;
2- si può chiamare il numero unico 848814781 che chiama in sequenza i posteggi taxi più vicini al telefono dal quale viene effettuata la chiamata;
3- si può chiamare un radiotaxi che comunicherà il tempo di attesa e la sigla del taxi che verrà inviato;
Le centrali radiotaxi possono anche ricevere prenotazioni: al momento desiderato invieranno il taxi libero più vicino.
Quali sono gli uffici comunali competenti in materia di taxi?
L’ufficio di competenza per le autopubbliche del Comune di Milano è l’ufficio Autopubbliche in Via Messina 53. Nei pressi dell’ufficio Autopubbliche ci sono anche le officine per il montaggio e il controllo dei tassametri e le sedi di diverse associazioni di categoria.
TORNA SU
DOCUMENTAZIONE AUTOVETTURA
Quando si paga il bollo?
Il primo pagamento per l’autovettura nuova deve essere eseguito entro la fine del mese dell’immatricolazione. Se l’immatricolazione dell’autovettura è avvenuta negli ultimi 10 giorni del mese, il pagamento della tassa automobilistica può essere effettuato entro la fine del mese successivo. Il rinnovo va effettuato entro la fine del mese successivo a quello di scadenza (esempio rinnovo: scadenza bollo MARZO 2012 il rinnovo va effettuato entro il 30 APRILE 2012
Quanto e come si paga il bollo?
Ricordiamo che i taxi hanno diritto ad una riduzione per il pagamento del bollo e quindi il calcolo è il seguente:
moltiplicare il numero dei kw x 2.58 € e dividere il risultato per 4
Il pagamento può essere effettuato presso gli uffici postali, ricevitorie lotto, sportello bancomat, sito regione Lombardia e sito ACI, specificando sempre che si tratta di un calcolo ridotto per autovettura TAXI o mostrando il libretto.
Per informazioni dettagliate e sempre aggiornate facciamo riferimento alla apposita sezione (per circolare/bollo) sul sito internet dell’ACI, dove si trovano esempi e riferimenti normativi.
Quando fare la revisione?
La revisione del veicolo taxi ha scadenza annuale e deve essere effettuata entro la fine dello stesso mese in cui è stata passata quella precedente. Se, ad esempio, l’anno scorso, la revisione è stata passata il 13 del mese di Gennaio, quest’anno, bisognerà effettuarla entro la fine del mese di Gennaio.
La revisione può essere effettuata in una qualsiasi auto officina autorizzata.
Quando scade la visita annuale di controllo del taxi?
La visita di controllo ha scadenza annuale e deve essere effettuata entro un anno esatto da quella precedente. Se, ad esempio, l’anno scorso, la visita è stata effettuata 13 del mese di Gennaio, quest’anno, bisognerà effettuarla entro il 13 di Gennaio.
Le visite si svolgono sempre al Sabato mattina.
Il Comune di Milano ricorda sempre, convocando il tassista con una lettera un mese prima, la scadenza della visita. In caso non sia possibile essere presenti alla prima convocazione si ricorda che è possibile presentarsi il primo Sabato utile successivo e comunque non oltre l’anno dalla precedente visita.
Il canone di manutenzione tassametro ha una scadenza?
Si, deve essere rinnovato annualmente entro il 31 Gennaio.
Quali documenti devo tenere sempre nel taxi?
Oltre ai classici documenti per la guida (patente, libretto etc) è necessario avere:
– il CAP
– il certificato d’iscrizione al ruolo conducenti di autopubbliche
– una copia del regolamento comunale
– una cartina stradale di Milano
TORNA SU
AREA C
Posso accedere all’ AREA C?
Per quanto riguarda il servizio taxi, se la licenza è rilasciata dal Comune di Milano non bisogna espletare alcun adempimento, mentre se la licenza è rilasciata da altre Amministrazioni è necessario comunicare la targa secondo le modalità indicate a pagina 5 della Det. Dir. 21/2011 pubblicata sul sito www.areac.it
TORNA SU

 

Print Friendly, PDF & Email

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie, anche da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie di terze parti (Google, Facebook, ecc..) per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continua ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicca su "Accetta" e permetti il loro utilizzo. Per visualizzare la privacy policy sull'utilizzo dei cookies premi qui

Chiudi